Istituto Dosso Verde - Sede di Milano

Centro di riabilitazione neuropsichiatrica
e di psicoterapia dell'età evolutiva

Istituto delle Suore di Maria Consolatrice

Ente ecclesiastico civilmente riconosciuto - C.F e PIVA 01798650154 Via M. Gioia, 51 . Milano Tel. 02067074315 - Fax 02 67491884 - mail: smcmilano@ismc.it Gestore unico di pluralità di offerta socio sanitaria Regione Lombardia: Decreto n.5925 del 14/07/2015 Riclassifica da ATS di Pavia con Decreto n. 345/DGi del 04/10/2018, e presa d'atto dalla Regione Lombardia del 16/10/2018

Servizio Semiresidenziale

Agenda

Diverse tipologie di agende al fine di far comprendere ai bambini la scansione delle attività giornaliere, i concetti del prima/dopo, la struttura della giornata e della settimana.

Attività in piccoli gruppi

Molte attività vengono svolte in piccolo gruppo. Questa condizione risulta molto arricchente per i bambini, potendo imparare a stare insieme, giocare alternando i turni ed i ruoli. Insieme agli altri il rispetto delle regole sociali risulta particolarmente importante. Le competenze acquisite sono portate all’esterno e generalizzate nei contesti scolastici e di pari.

Attività riabilitativa estiva

L’esperienza vissuta all’interno dell’Istituto ha permesso di evidenziare l’importanza di integrare il lavoro svolto durante l’anno riabilitativo con esperienze esterne, in contesti ambientali diversi che possano offrire ai bambini/ragazzi numerose occasioni di generalizzazione delle competenze apprese all’interno della struttura.

Bagno

Momento dedicato allo sviluppo delle autonomie generali di base quali il raggiungimento del controllo sfinterico, la cura di sé e del proprio corredo.

Laboratorio di cucina

I bambini della scuola elementare ed i ragazzi adolescenti svolgono il laboratorio in giornate diverse. Manipolare diverse consistenze, sperimentare preparazioni semplici e coordinarsi con i compagni per preparare una pietanza è l’obiettivo primario dei bambini della scuola elementare. Tali abilità vengono maggiormente esercitate nel gruppo dei ragazzi adolescenti al fine di raggiungere una maggiore autonomia nella preparazione, gestione e cura di molti aspetti afferenti all’area della nutrizione e della cucina.

Lavoro a tavolino

In questo contesto si lavora sull’acquisire ed aumentare le competenze cognitive, a seconda del livello di sviluppo e delle abilità possedute utilizzando le tecniche comportamentali più affini alle caratteristiche di ogni bambino (ABA, TEACCH,DENVER). Le competenze acquisite potranno permettere al bambino di svolgere un lavoro in completa autonomia (lavoro indipendente) supportato da strategie visive adeguate.

Ludoteca

Un pomeriggio alla settimana i bambini si recano presso la ludoteca “Il Pifferaio Magico” come parte integrante di un globale progetto educativo che ha come obiettivo il miglioramento della qualità di vita. Questo luogo offre l’occasione di stimolare il gioco in tutte le sue componenti; una parte è infatti dedicata al gioco senso motorio (palline, cubi, materassi) ed una parte a quello simbolico (cucina, bambole etc…).

Motorio

La grande palestra offre la possibilità di allenare le competenze motorie, di coordinazione e di orientamento attraverso la costruzione di percorsi con diverse forme e materiali. Di fondamentale importanza è lo svolgimento di tale attività in piccolo gruppo, offrendo così l’opportunità di lavorare sull’alternanza del turno, sull’attesa e potenziare le abilità di imitazione.

Pranzo

Il pranzo risulta un momento di particolare valore per i bambini ed i ragazzi del centro. Durante tale attività si lavora insieme a loro affinché si riducano le rigide routine legate al pasto, le selettività alimentari, sperimentando nuovi gusti e consistenze. Sono allenate anche tutte le autonomie, volte all’indipendenza alimentare.

Psicomotricità in acqua

Il progetto di psicomotricità in acqua dura da diversi anni e si appoggia ad una struttura privata di Milano. Gli educatori che conducono l’attività sono stati formati e supervisionati da figure specializzate in questo ambito. L'operatore accompagna il bambino in un percorso di esplorazione, lo guida alla scoperta del suo corpo in relazione al nuovo spazio, agli oggetti, agli altri.
Attraverso l'attività acquatica si stimola il bambino ad acquisire consapevolezza e competenza non solo nell'area motoria, ma anche in quella relazionale, cognitiva, sociale e dell'autonomia. Giocando con il proprio corpo in acqua si sperimentano tutte le possibilità di equilibrio, movimento, direzione, propulsione, contatto, respirazione.
L’acqua, dal punto di vista riabilitativo, può essere considerata come un qualsiasi mezzo che aiuta la persona a maturare sul piano psico-fisico e sociale e a valorizzare le specifiche potenzialità. Inoltre l’ambiente piscina offre innumerevoli opportunità di sperimentare nuove sensazioni di gioco, divertimento, gratificazione, relazione, sicurezza e autonomia accorciando le distanze tra le persone e stimolando l’interesse per nuovi apprendimenti. Questa opportunità è maggiormente benefica per i soggetti che presentano ritardi e sindromi psicomotorie, disturbi del comportamento e della comunicazione ed i conseguenti disturbi dell’apprendimento.

Altri spazi e attività

  • Compiti

    Compiti

    Il monitoraggio scolastico tramite attività di compiti è utile per aumentare competenze cognitive, logiche e di problem solving. La collaborazione con la scuola è fondamentale al fine di calibrare ogni singolo compito e richiesta didattica alle reali competenze dei bambini.
  • Tempo libero

    Tempo libero

    I bambini nel loro tempo libero possono utilizzare spazi stabili per svolgere attività in autonomia o piccolo gruppo (giochi da tavola, computer, angolo dei libri e del disegno…).
  • Ginnastica adolescenti

    Ginnastica adolescenti

    I ragazzi adolescenti svolgono ginnastica in palestra al fine di sviluppare competenze motorie adeguate all’età, sviluppo dell’autonomia nell’ambito di uno spogliatoio, cura del proprio corredo. Esercizi ginnici di imitazione, utilizzo di materiale psicomotorio e giochi di coordinazione favoriscono l’area dello sviluppo propriocettivo, dell’osservazione del proprio corpo e della relazione che esso ha con l’ambiente circostante.
  • Giochi di società

    Giochi di società adolescenti

    L’attività offre la possibilità di sperimentarsi in proposte ludiche strutturate, esercitando l’alternanza del turno, il rispetto delle regole e la formulazione di semplici strategie di gioco. Inoltre i giochi, una volta appresi, possono essere occasione di scambio a casa con i propri familiari.
  • Laboratorio di artigianato

    Laboratorio di artigianato

    Realizzando piccoli oggetti, assemblando, dipingendo ed organizzando il lavoro in serie vengono esercitate l’abilità lavorativa, la coordinazione oculo-manuale, le competenze decisionali. Viene insegnato ai ragazzi anche il concetto di lavoro correlato ad un guadagno.
  • Psicomotricità

    Psicomotricità in acqua estiva

    Dopo aver svolto un laboratorio di psicomotricità per l’intero anno scolastico in strutture al coperto che rispondono alle loro esigenze, diamo continuità a questo laboratorio estendendolo anche al periodo estivo con la difficoltà del cambio di struttura (diverse piscine all’aperto).
  • Terrazzo

    Terrazzo

Servizio Ambulatoriale

  • Psicomotricità

    Psicomotricità

    La terapia neuropsicomotoria è principalmente indicata per bambini con disturbi neuromotori e problematiche a livello comunicativo e relazionale. In particolare il neuropsicomotricista tramite il gioco, attività mirate e l'utilizzo di un setting specifico, interviene per aiutare il bambino a progredire nella scala dello sviluppo motorio,affettivo e relazionale lá dove possono esserci dei blocchi o dei ritardi del processo di maturazione psico-corporea. Attraverso la sperimentazione concreta del proprio corpo che si muove e agisce nello spazio, il bambino può acquisire nuove competenze e strategie per affrontare le difficoltà che incontra sostenuto da una relazione individuale e privilegiata col terapista. Talvolta le terapie possono essere effettuate con la presenza del genitore nella stanza di psicomotricitá per poter condividere con lui, direttamente nella pratica dell'agire, alcune modalità che favoriscano maggiore sicurezza e autonomia nel bambino attraverso la valorizzazione delle sue potenzialità e caratteristiche sensoriali individuali. Il lavoro viene costantemente condiviso con gli altri operatori dell'equipe multidisciplinare,Neuropsichiatra, educatore, logopedista e psicologico lá dove coinvolto e completato con colloqui con le famiglie e con gli operatori scolastici per potersi aggiornare sull'andamento terapeutico e affrontare,se necessario, eventuali difficoltà.
  • Stanza di musicoterapia

    Musicoterapia

    La musicoterapia è una disciplina teorica e clinica che, all'interno di una relazione terapeutica e attraverso la musica ed il suono, promuove processi di integrazione, armonizzazione e benessere dell'individuo. L’intervento di musicoterapia è rivolto a tutte quelle situazioni di disagio, caratterizzate da difficoltà nella comunicazione, verbale e non, difficoltà nell’espressione dei propri bisogni e desideri con conseguenti problematiche nei processi di identificazione: difficoltà nel contenimento del proprio mondo emotivo, iperattività, mancanza di attenzione, difficoltà nell’intenzionalità, nella capacità di prendere iniziative, di esplorare la realtà. Tale processo favorisce la modulazione delle emozioni, la riduzione delle difese e la flessibilità nell’interazione con la realtà. Un approccio riabilitativo, in cui sia presente la musica, contribuisce a rendere questo percorso di cura più “gratificante”, “empatico” e “fiducioso”, incrementando il benessere del bambino e del gruppo famiglia necessariamente coinvolto nel progetto, contribuendo a migliorarne la qualità di vita.
  • Compiti

    Logopedia

    Il servizio di logopedia ambulatoriale si rivolge a tutti i bambini che presentano difficoltà comunicative e del linguaggio, orale e scritto.
    La terapia logopedica, in età prescolare, si svolge in un contesto ludico nel quale vengono inserite attività specifiche al fine di aiutare il bambino a diventare un comunicatore maggiormente efficace. Al trattamento diretto, possono essere affiancati incontri periodici con i genitori, con l’obiettivo di fornire ai caregiver strategie di facilitazione comunicativo-linguistiche, in modo da agevolare la crescita linguistica del bambino in tutti i contesti di vita. In età scolare, oltre allo svolgimento di attività mirate al potenziamento delle abilità di letto-scrittura e delle competenze aritmetiche, insieme ai bambini più grandi, viene anche proposto un addestramento all’utilizzo degli strumenti compensativi con l’obiettivo di renderli maggiormente autonomi in classe e nello studio a casa.
    I principali strumenti utilizzati durante il trattamento logopedico sono i giochi, affiancati da materiale cartaceo (tombole, gioco dell’oca, memory) e da strumenti informatici (tablet e computer) con proposte appositamente create dalla logopedista per le esigenze di ogni bambino.
    Periodicamente sono previsti momenti di rivalutazione per monitorare costantemente l’evoluzione comunicativa e linguistica del bambino e per adattare la terapia ai suoi nuovi bisogni.
  • Psicomotricità

    Psicoterapia

    Dalle origini la struttura ha identificato nella psicoterapia psicoanalitica individuale uno strumento importante per la riabilitazione dei minori.
    Il trattamento psicoterapico prevede una presa in carico globale, con un supporto alla famiglia e alla rete territoriale e mira a potenziare le risorse del minore, a sbloccare il processo di crescita, migliorare l’autostima e a favorire il processo di separazione e di identificazione.
    L’indirizzo psicodinamico permette un lavoro nel profondo e favorisce una permanenza dei risultati ottenuti nel tempo. Negli anni sono stati introdotti anche ulteriori modelli di intervento che si integrano e completano la presa in carico (EMDR, cognitivo), in base alle esigenze del minore in trattamento.

Dove siamo


Viale Corsica, 82
20137 Milano