Istituto Dosso Verde - Sede di Milano

Centro di riabilitazione neuropsichiatrica
e di psicoterapia dell'età evolutiva

Istituto delle Suore di Maria Consolatrice

Ente ecclesiastico civilmente riconosciuto - C.F e PIVA 01798650154 Via M. Gioia, 51 . Milano Tel. 02067074315 - Fax 02 67491884 - mail: smcmilano@ismc.it Gestore unico di pluralità di offerta socio sanitaria Regione Lombardia: Decreto n.5925 del 14/07/2015 Riclassifica da ATS di Pavia con Decreto n. 345/DGi del 04/10/2018, e presa d'atto dalla Regione Lombardia del 16/10/2018

I nostri servizi

La sede di Milano è stata aperta nel 1991 e con il nuovo accreditamento offre una Unità Operativa di Day-hospital specialistico diagnostico e di Day-hospital specialistico riabilitativo, (per un totale di 10 presenze al giorno), un Servizio Diurno Continuato, un Servizio Ambulatoriale (3200 prestazioni annue). L’accreditamento prevede accesso in età evolutiva, il più precoce possibile rispetto alla segnalazione e diverso a seconda del tipo di trattamento. E possibile la presa in carico sino a 18 anni quando il Progetto Riabilitativo Individuale lo preveda.

Nel 2009 è stata aperta la nuova struttura, sita all’interno dello stesso n° civico, dove, al piano terreno si trovano la Segreteria, il Servizio ambulatoriale e la Scuola primaria , al primo piano hanno sede l’Unità Operativa di Day-hospital specialistico e il Servizio Diurno Continuato; il grande terrazzo al secondo piano è attrezzato ed adibito alle attività dei minori in degenza diurna (U.O. Day-hospital e Servizio Diurno). Nel piano seminterrato si trova la palestra, anch’essa utilizzata dai minori in degenza.

Day-hospital specialistico riabilitativo

Il trattamento in day-hospital prevede che il ricovero del paziente venga svolto nell'arco della giornata, non è previsto quindi il pernottamento all'interno della struttura.

Missione

Cura e riabilitazione di minori affetti da patologie dello spettro dell’autismo in cui l’eventuale organicità non comprometta gravemente la possibilità di recupero.

Sono previsti 2 gruppi:
  • gruppo “piccoli”, da 2 ai 6 anni con frequenza alla Scuola dell’infanzia accompagnati dall’educatore di riferimento. Progetto specifico: relazione comunicativa. Frequenza: dal 1°settembre al 15 luglio (escluse vacanze scolastiche), dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 15.
  • gruppo”grandi”, da 12 a18 anni. Progetto specifico: socializzazione. Frequenza: dal 1° settembre al 15 luglio (escluse vacanze scolastiche), dal lunedì al venerdì, dalle 13 alle 17,30.
Obiettivi

Strutturare ed aggiornare un modello di intervento rispetto alla patologia in esame che permetta:

  • nello specifico del trattamento riabilitativo, di ottenere i migliori risultati per il minore e la famiglia
  • di offrire un modello di intervento sperimentato ma anche duttile ed aperto alle evoluzione metodologiche e che sia esportabile in altre realtà.
Criteri generali del trattamento
  • Relazione individualizzata dell’educatore con il minore con particolare attenzione agli aspetti psicodinamici del rapporto.
  • Utilizzo di metodi pedagogico-riabilitativi (TEACCH, Comunicazione alternativa e aumentativa e altri).
  • Coinvolgimento della famiglia e di tutte le parti sociali.
  • Programmazione e verifica degli interventi.
  • Supervisione degli educatori e del personale riabilitativo relativa sia ai contenuti tecnici sia alle dinamiche interpersonali con il paziente che di gruppo.

Servizio Diurno Continuato

Il trattamento in servizio diurno continuato prevede che il paziente venga ricoverato all'interno della stuttura comprendendo pernottamento e sorveglianza notturna.

Missione
Cura e riabilitazione di minori affetti da patologie dello spettro dell’autismo in cui l’eventuale organicità non comprometta gravemente la possibilità di recupero. Gruppo di età da 6 a 12 anni con frequenza alla Scuola primaria interna o esterna.

Progetto specifico: comunicazione ed apprendimento. Frequenza dal 1° settembre al 15 luglio (escluse vacanze scolastiche), dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 16.

Obiettivi
Strutturare ed aggiornare un modello di intervento rispetto alla patologia in esame che permetta:
  • nello specifico del trattamento riabilitativo, di ottenere i migliori risultati per il minore e la famiglia.
  • di offrire un modello di intervento sperimentato ma anche duttile ed aperto alle evoluzioni metodologiche e che sia esportabile in altre realtà
Criteri generali del trattamento
  • Relazione individualizzata dell’educatore con il minore con particolare attenzione agli aspetti psicodinamici del rapporto.
  • Utilizzo di metodi pedagogico-riabilitativi (TEACCH, Comunicazione alternativa e aumentativa e altri).
  • Coinvolgimento della famiglia e di tutte le parti sociali.
  • Programmazione e verifica degli interventi.
  • Supervisione degli educatori e del personale riabilitativo relativa sia ai contenuti tecnici sia alle dinamiche interpersonali con il paziente che di gruppo.

Trattamento in Servizio Ambulatoriale

I trattamenti offerti si svolgono con 1 o 2 sedute settimanali (specificate nel PRI, a seconda delle indicazioni cliniche) di 45 min. l’una.

Periodo di apertura:
dal 1 settembre al 30 giugno, escluse le vacanze scolastiche di cui viene esposto calendario in bacheca, dalle ore 9 alle ore 17,30, dal lunedì al venerdì
Missione

Cura e riabilitazione dei minori affetti da:

  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell’infanzia
  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell’adolescenza
  • disturbi dello spettro dell’autismo

Attraverso trattamenti di:

  • psicoterapia psicoanalitica individuale
  • terapia psicomotoria individuale
  • psicoterapia genitore-bambino
  • psicoterapia breve in adolescenza

Affiancati da:

  • visite NPI (compreso somministrazione e controllo farmaci)
  • incontri di sostegno ai famigliari
  • incontri di sostegno specifico a famigliari, educatori, insegnanti.
  • incontro con invianti e altre parti sociali

Obiettivi
Strutturare ed aggiornare un modello di intervento rispetto alla patologia in esame che permetta:
  • nello specifico del trattamento riabilitativo, di ottenere i migliori risultati per il minore e la famiglia.
  • di offrire un modello di intervento sperimentato ma anche duttile ed aperto alle evoluzioni metodologiche e che sia esportabile in altre realtà

Unità operativa specialistico-diagnostica in regime di solvenza

L'U.O. specialistico-diagnostica in regime di solvenza offre la possibilità di affontare il quesito diagnostico attraverso un iter riabilitativo che parte da un aprima visita neuropsichiatrica, volta ad inquadrare bisogni e necessità e a definire la valutazione psicodiagnostica.

Si effettuano diagnosi approfondite e multispecialsitiche dei seguenti gruppi di patologie:
  • disturbi dello spettro dell'autismo
  • disturbi dell'apprendimento
  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell'infanzia
  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell'adolescenza
Missione
Diagnosi intensiva approfondita e polispecialistica dei seguenti gruppi di patologie:
  • disturbi dello spettro dell’autismo
  • disturbi dell’apprendimento
  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell’infanzia
  • disturbi psichici, dello sviluppo, del comportamento e somatici dell’adolescenza
Obiettivi
Strutturare e aggiornare un modello di intervento diagnostico per la disabilità e i disturbi psichici in età evolutiva che:
  • permetta un intervento sufficientemente rapido, incisivo, frutto di un lavoro di equipe tra i vari specialisti
  • offra agli invianti e alle famiglia un servizio utile a comprendere ed affrontare la diagnosi
  • offra criteri prognostici e terapeutici aggiornati ed utilizzabili

Dove siamo


Viale Corsica, 82
20137 Milano